Journalist, Professor, Publisher, Expert in Digital imaging and Digital Culture

Nato nel 1965, a gennaio, il giorno dopo la Befana.
A Roma, ma la sua patria di adozione è il Brasile. Abita a Milano, per puro caso.

Esperienze lavorative

Dal 1987 si occupa di editoria, come giornalista specializzato nel settore della fotografia professionale e della cultura dell’immagine.
Nel 1995 ha fondato la rivista Jump, prima testata, forse al mondo, ad occuparsi di fotografia digitale, esplorando e ricercando tecnica e linguaggio, per poter spiegare un’innovazione molto difficile all’epoca da far digerire a dei “creativi” come i fotografi (lontanissimi all’epoca dai computer).
Nel 2000 ha creato Jumper.it, sito che ha proseguito l’evoluzione della comunicazione di Jump, passando gradualmente dalla carta al Web
Nel 2001 ha sviluppato la prima esperienza di “network publishing”, contenuti che sono stati pubblicati su una rivista cartacea, su un sito web, sui device mobili (cellulari), tutto con sistemi automatici. La presentazione è avvenuta negli USA, durante un Seybold.
Nel 2004 ha iniziato la sperimentazione delle riviste digitali, sfruttando le conoscenze tecniche nel mondo del desktop publishing, della multimedialità e dell’immagine digitale
Dal 2005 ha attivato una newsletter che è diventata il punto di riferimento per i fotografi professionisti e gli operatori dell’immagine digitale, ogni domenica raggiunge oltre 6000 utenti,
Dal 2008 ha seguito, come consulente e ricercatore, progetti di riviste digitali per proporre agli editori un nuovo mezzo e un nuovo linguaggio espressivo e un nuovo canale di business.
Nel 2011 ha sviluppato il progetto della prima rivista digitale nata espressamente per iPad in Italia (e una delle prime al mondo): JPM Magazine, che dalla sua uscita ha occupato da subito le prime posizioni (e per una settimana il primo posto in assoluto) nella categoria News delle Applicazioni a pagamento su iPad.

E’ consulente di aziende multinazionali e grandi editori, si occupa di formazione con vari progetti in proprio e per conto di associazioni di categoria, di aziende e di strutture professionali.
Non ha un Curriculum Vitae, non lo ha mai avuto; il suo percorso, come tutto quello che fa, si può trovare in rete, ma ogni tre mesi l’evoluzione tecnologica impone dei cambiamenti… troppo faticoso aggiornare un CV, meglio vedere quello che si fa. 
Gli ultimi progetti, che si aggiungono ai precedenti, sono il Music Album (nuovo prodotto dedicato al mondo della discografia, un vero e proprio album da sfogliare su iPad mentre si ascolta la musica) e la creazione di un corso “master” per creare pubblicazioni per iPad di altissimo contenuto creativo ed innovativo.
Viene spesso chiamato come oratore a convegni e seminari: dicono che sa come evitare le crisi di sonno del pubblico, anche se quasi mai usa il microfono.

Quando non è davanti al computer, ad un iPad, ad un iPhone, ama cucinare, ascoltare musica (anche quando è al computer…), adora i gatti. Non porta la cravatta, di solito è spettinato. Non lo fa apposta, lo hanno disegnato così…